RACCORDI

INNESTI RAPIDI A SFERA

Gli innesti rapidi AS sono particolarmente idonei per installazioni su impianti oleodinamici, pneumatici e chimici.

La loro particolarità consiste nell'avere incorporata sia nella parte maschio che nella parte femmina una valvola di ritegno.

Ne deriva che ad attacco rapido disinnestato le due valvole di ritegno risultino chiuse evitando la fuoriuscita del fluido.

  • Pagina 1 di 1
A SFERA TV

Gli innesti rapidi a tenuta valvola TV sono realizzati in AISI 304 per garantire un buon compromesso tra qualità e costi.

La parte maschio è sottoposta al trattamento termico di superficie nitrocarburazione QPQ che ne migliora le caratteristiche meccanico/fisiche dell'acciaio (resistenza all'usura, alla corrosione, allo snervamento). Vengono anche realizzati in acciaio al carbonio per applicazioni di oleodinamica in acciaierie.

A SFERA ISO A

Gli innesti a sfera ISO A sono costruiti in accordo con al normativa ISO 7241-1 garantendone l’intercambiabilità sul mercato internazionale.

Grazie a una ghiera a semplice effetto è possibile effettuare un rapido accoppiamento e disaccoppiamento tra maschio e femmina.

Vengono realizzati sia acciaio inossidabile che in acciaio carbonio zincato con filettature BSP e NPT nelle misure da ¼” fino a 2”

Resistono a pressioni di esercizio tra i 90 e i 400 bar a seconda del diametro dell’innesto.

Vengono principalmente utilizzati nel settore delle acciaierie e su impianti oleodinamici.
 

A SFERA ISO B

Gli innesti a sfera ISO B sono costruiti in accordo con al normativa ISO 7241-1 garantendone l’intercambiabilità sul mercato internazionale.

Grazie a una ghiera a semplice effetto è possibile effettuare un rapido accoppiamento e disaccoppiamento tra maschio e femmina.

Vengono realizzati in AISI 316 con filettature BSP e NPT nelle misure da ¼” fino a 2”

Le guarnizioni utilizzate vanno da quelle standard in EPDM – NBRVITON a guarnizioni per applicazioni particolari come Silicone (prodotti alimentari) KARLEZ (temperature fino a 300°C), FEP (Viton o Silicone ricoperto in PTFE) e PTFE (resistente a prodotti particolarmente aggressivi)

Resistono a pressioni di esercizio tra i 90 e i 400 bar a seconda del diametro dell’innesto.

Vengono principalmente utilizzati in tutti i tipi di impianti dal chimico al petrolchimico oleodinamico acciaierie per passaggio di svariati fluidi che vanno dall’aria e acqua a fluidi altamente aggressivi.